MOBILE TXT VIDEO


COSMOLOGIA
(Franco Cava/ Biagio Lucchese)

Co-Produced/Mix: Diego Mori & Matteo Franzan
Pre-production: Pris Elias e Wandley Bala

Partecipazioni speciali:
Chitarre: Riccardo Onori
Tastiere: Christian Rigano

 


I deserti si muovono
come barche sul mare
I gabbiani disegnano
nuove rotte su marte
I satelliti osservano
continenti distanti
I pianeti si sfiorano
come timidi amanti
I ghiacciai si sciolgono
e coprono le spiaggie
Le cittá affondano
e atlantide riappare

È tutto un altro mondo
da quando sono nato
a questo cambiamento
non sono abituato

È tutto un altro mondo
da quando sono nato
a questo cambiamento
non sono abituato

Nulla mai scompare
né amore, né speranza
la mia cosmologia
è un  gioco, è una danza

Le piramidi volano
come antiche astronavi
Le montagne si spostano
come foglie su i rami
E chi sta in collina
si troverà in pianura
la cima  è relativa
ma tu, tu non aver paura

 

 

COSMOLOGIA è la canzone che apre il disco MOBILE.
L’ispirazione del testo, scritto da me e da Biagio Lucchese, nasce da un articolo del filosofo e teologo Leonardo Boff. Il video che lo accompagna è prodotto e idealizato dal mio amico e grande artista siciliano Filippo De Mariano e Diego Mastroeni. Tanti pianeti si sfiorano in questa canzone.
C’è la Tensione evolutiva di Lorenzo Jovanotti Cherubini e il canto di Franco Battiato.
(Franco Cava)